Policy Ambientale

1. Premessa

La Sermidigital SRL (“Sermidigital o la “Società”) riconosce che il perseguimento della missione di creare valore per tutti i propri stakeholder (personale, azionisti e soci, clienti e fornitori, pubblica amministrazione e collettività) e l’affermazione del proprio ruolo di primario player nel mercato audiovisivo, non possono prescindere dalla sostenibilità anche ambientale delle proprie attività nel lungo termine, ovvero dalla capacità di “soddisfare i bisogni del presente senza compromettere la possibilità delle generazioni future di soddisfare i propri bisogni” (WCED,1987) .

In particolare, i cambiamenti climatici in atto richiedono azioni di mitigazione e di adattamento che coinvolgono tutti gli attori sociali e mettono le banche di fronte a nuove opportunità di business e rischi.

Il tema della sostenibilità è strettamente connesso alla considerazione del rischio reputazionale, il cui contenimento e mitigazione sono affidati prevalentemente a misure di carattere organizzativo. In tale contesto sono stati individuati i principali ambiti dai quali possono scaturire eventi che potrebbero alterare il rapporto fiduciario instaurato con la clientela e incidere negativamente sull’immagine percepita dagli altri stakeholder.

La presente policy identifica le modalità con cui Sermidigital si impegna a gestire le proprie responsabilità di natura ambientale, sia verso le comunità in cui opera sia verso le generazioni future, in un’ottica di medio-lungo termine. Oltre a perseguire il pieno e sostanziale rispetto delle norme di carattere ambientale, Sermidigital intende contribuire allo sviluppo economico sostenibile e al raggiungimento degli obiettivi fissati dal protocollo di Kyoto:

  • offrendo ai propri clienti soluzioni innovative ed efficaci per lo sviluppo di azioni di miglioramento e tutela ambientale e considerando gli aspetti ambientali nella valutazione dei rischi;

  • applicando i migliori standard ambientali disponibili (sia tecnologici che organizzativi/comportamentali) nella gestione delle proprie attività, secondo un corretto rapporto costi/benefici;

  • promuovendo la consapevolezza della responsabilità ambientale in tutti i propri stakeholder e partecipando a iniziative e progetti per la tutela e la promozione ambientale, il risparmio energetico e il contrasto ai cambiamenti climatici.

Sermidigital intende dare così concreta attuazione ai principi sottoscritti del Global Compact:

  • principio n. 7: “avere un approccio preventivo rispetto alle sfide ambientali”;

  • principio n. 8: “promuovere iniziative per una maggiore responsabilità ambientale”;

  • principio n. 9: “incoraggiare lo sviluppo e la diffusione di tecnologie che non danneggiano l’ambiente”.

 

2. Definizioni.

Impatto ambientale

Si definisce impatto ambientale “qualsiasi modifica all’ambiente, positiva o negativa, derivante in tutto o in parte dalle attività, dai prodotti o dai servizi di un’organizzazione”. (Regolamento n. 761/2001 EMAS – art.2.g).

Sono impatti diretti quelli generati direttamente dai processi produttivi, distributivi o amministrativi dell’impresa attraverso il consumo di risorse, la produzione di rifiuti e l’emissione di sostanze nocive.

Sono invece impatti indiretti quelli associati ad attività, prodotti e servizi su cui la società “può non avere un controllo gestionale totale” (Regolamento n. 761/2001 EMAS – All.VI Par. 6.3), ovvero generati dai comportamenti posti in essere da soggetti terzi con i quali l’impresa intrattiene rapporti, come i clienti o i fornitori.

  

Rischio ambientale

Il rischio ambientale è un fenomeno connesso all’utilizzo massiccio di conoscenze scientifiche tramite l'applicazione di tecnologie complesse (chimiche, termonucleari, elettromagnetiche, ecc.), in grado di produrre impatti negativi sull’ambiente naturale.

Tale rischio va minimizzato, per difendere la sostenibilità vitale dell'ambiente e delle sue componenti naturali (aria, acqua, suolo, flora, fauna, ecc.). Ai fini della presente policy assume rilievo non solo il rischio connesso agli impatti diretti della gestione (es. livelli di emissione, modalità di trattamento dei rifiuti) ma anche il rischio derivante da impatti indiretti (es. finanziamento di attività/progetti ad elevato impatto ambientale).

Con riferimento agli impatti diretti, particolare attenzione deve essere dedicata al rischio di mancata conformità alle normative ambientali.

Rischio di reputazione

Il rischio di reputazione può essere definito come il rischio di subire perdite derivanti da una percezione negativa dell’immagine della società da parte di clienti, controparti, azionisti, investitori, autorità di vigilanza o altri stakeholder.

Tale percezione negativa può essere generata da eventi riconducibili ad altre categorie di rischio, tra cui il rischio di non conformità alle normative e il rischio operativo.

 

3. Ambito di applicazione

La presente policy si applica alla Sermidigital e a tutte le eventuali future società controllate e copre tutte le attività della Società sia in Italia che all’estero, con riferimento sia agli impatti ambientali diretti che a quelli indiretti.

Gli standard normativi costituiscono in ogni caso un livello di riferimento minimo per le prestazioni ambientali della Società, che si impegna a perseguire volontariamente, ove possibile, livelli di prestazione superiori.

 

4. Gestione degli impatti diretti

Sermidigital si impegna a ridurre progressivamente i propri impatti ambientali diretti, adottando un sistema di gestione ambientale, le cui principali linee guida sono:

  • utilizzo razionale delle risorse ed eliminazione degli sprechi, attraverso

    • il miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici, definendo standard della società che prevedano l’utilizzo di tecnologie costruttive ad alte prestazioni nelle ristrutturazioni e in eventuali nuove edificazioni;

    • il costante monitoraggio dei consumi energetici in rapporto all’ottimizzazione delle condizioni climatiche e di luminosità all’interno degli edifici e all’utilizzo dei sistemi IT;

    • l’utilizzo di sistemi di illuminazione, monitor e altri apparati elettrici/elettronici a basso consumo;

    • il contenimento del consumo di carta, con l’ottimizzazione dei processi di stampa (es. fronte/retro) e il maggior ricorso alla gestione elettronica dei documenti;

    • la riduzione dei consumi idrici;

  • utilizzo di energie rinnovabili e/o a basso tenore di emissioni, tramite:

    • il ricorso ad energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili;

  • riduzione e smaltimento dei rifiuti, con

    • l’estensione della raccolta differenziata per tutte le tipologie di rifiuti prodotti;


    • la massimizzazione della quota di rifiuti avviabile a riciclo/riutilizzo;


    • la costante verifica del corretto smaltimento dei rifiuti non avviabili a riciclo/riutilizzo;

  • utilizzo di prodotti e servizi a minor impatto ambientale, con

    • l’utilizzo di carta ecologica da coltivazione e/o riciclata, trattata con processi eco-compatibili;

    • l’utilizzo di cartucce toner riutilizzabili;

    • l’acquisto (ove possibile e condizione di pari funzionalità) di attrezzature, strumenti di lavoro e beni di consumo caratterizzati da un minor impatto ambientale lungo tutto il ciclo di vita, inclusa la loro possibilità di avvio al riciclo/riutilizzo al termine della vita utile;

    • il ricorso, ove possibile, all’acquisto di prodotti e servizi a livello locale, al fine di minimizzare l’impatto ambientale dei trasporti/spostamenti;

  • mobilità sostenibile, attraverso

    • la promozione dell’utilizzo di sistemi di trasporto collettivo e/o a minor impatto ambientale negli spostamenti casa lavoro e per affari;

    • il progressivo inserimento nella flotta aziendale di veicoli che utilizzano sistemi di propulsione a minori o nulle emissioni;

    • la riduzione degli spostamenti per affari, promuovendo il maggior ricorso agli strumenti di comunicazione virtuale;

  • preparazione alle emergenze, predisponendo misure di prevenzione e protezione atte a rispondere a potenziali incidenti e situazioni di emergenza e a prevenire e attenuare l’impatto ambientale che ne può conseguire.

Per ognuno di questi ambiti Sermidigital si impegna a identificare gli indicatori di performance più significativi, a fissare obiettivi di miglioramento realizzabili e a monitorare i risultati conseguiti, adottando soluzioni organizzative, tecniche e gestionali adeguate – con particolare riferimento alla funzionalità e affidabilità del sistema di raccolta dati – e approntando opportune procedure di auditing. In prospettiva Sermidigital intende lavorare anche per l’ottenimento di attestazioni di qualità (es. certificazione ambientale ISO14001 / registrazione EMAS).

Con particolare riferimento alla gestione dei cambiamenti climatici, Sermidigital   intende attuare un programma di “carbon neutrality” che preveda interventi per la progressiva riduzione delle emissioni di gas serra dirette (es. sistemi di riscaldamento e mobilità) e indirette (es. energia elettrica acquistata) e compensazione delle emissioni residue.

 

5. Gestione degli impatti indiretti

La Sermidigital SRL si impegna ad adottare un approccio precauzionale alle questioni ambientali rilevanti, con il duplice obiettivo di contenere i rischi connessi alle operazioni commerciali e di trarre profitto da nuove opportunità di business in tutte le aree strategiche di attività.

Pertanto, ogni qual volta se ne presenti l’opportunità, Sermidigital intende incoraggiare i propri clienti a gestire le loro attività in maniera sostenibile, fornendo appropriati workflow e l’utilizzo di software in cloud che consentano di ridurre gli impatti diretti. A tal fine Sermidigital intende ulteriormente sviluppare l’offerta di:

  • servizi di cloud computing per operare in remoto senza effettuare spostamenti fisici e consentire la collaborazione a livello globale;

  • servizi di consulenza per workflow produttivi in cloud che riducano l’utilizzo di supporti fisici magnetici e di conseguenza il loro smaltimento;

Nei rapporti con i fornitori Sermidigital si impegna ad includere nei criteri di selezione informazioni sulle performance ambientali, sull’adozione di sistemi di gestione ambientale e sul possesso di certificazioni ambientali.

Ai fornitori strategici o di particolare rilevanza Sermidigital si impegna a richiedere l’accettazione e la promozione nella propria sfera di influenza dei principi della policy ambientale del Gruppo.

 

6. Diffusione di una maggiore sensibilità ambientale

Oltre a controllare gli impatti diretti e indiretti delle proprie operazioni commerciali, Sermidigital si impegna a promuovere il coinvolgimento responsabile del proprio personale attraverso:

  • programmi di formazione e comunicazione interna rivolti a tutte le persone che, ad ogni livello e a qualunque titolo, possono incidere sugli aspetti ambientali della gestione;

  • il supporto ad attività di volontariato ambientale di carattere sia personale che istituzionale.

 

7. Attuazione e controllo

La presente policy è approvata dalla Sermidigital, è trasmessa a tutte le eventuali società del Gruppo ed è portata a conoscenza di tutti gli stakeholder attraverso il sito Internet.

L’attuazione della policy si concretizza attraverso la determinazione delle priorità e la conseguente inclusione di obiettivi e progetti di miglioramento specifici nel piano industriale del Gruppo, la responsabilizzazione delle singole unità organizzative della Sermidigital, l’approntamento di idonei strumenti di monitoraggio e controllo, la comunicazione periodica degli impegni assunti e dei risultati raggiunti e la consultazione degli stakeholder.

Lo Staff Corporate Social Responsibility di Sermidigital coordina e monitora l’applicazione della policy in collaborazione con le principali funzioni aziendali alle quali sono assegnate specifiche responsabilità in materia:

In particolare, lo Staff Corporate Social Responsibility:

  • assiste le funzioni aziendali competenti nell’individuazione delle priorità e nella formalizzazione degli obiettivi e dei progetti di miglioramento;

  • cura le attività di rendicontazione pubblica e di consultazione degli stakeholder;

  • elabora le proposte di aggiornamento della policy per il tempestivo recepimento delle tematiche ambientali emergenti, per il mantenimento della coerenza delle prescrizioni con lo sviluppo del Società e per garantire la comprensibilità e applicabilità delle stesse nel tempo.

  • Tutte le strutture organizzative aziendali sono responsabili dei controlli di primo livello per la realizzazione degli obiettivi della policy, ciascuna in relazione alle proprie competenze. In particolare, compete ai responsabili un ruolo attivo nella diffusione presso le proprie strutture di comportamenti individuali orientati al miglior utilizzo delle risorse e alla riduzione degli sprechi.

Sermidigital si impegna a promuovere la partecipazione del personale attraverso proposte per il miglioramento delle prestazioni ambientali delle proprie strutture organizzative di riferimento.

L’Amministrazione predispone e attua adeguati procedimenti di verifica sull’applicazione della policy anche ricorrendo, ove ritenuto necessario, a verifiche di terze parti indipendenti.